I Terribili Due

Cari lettori,

eccomi qui di nuovo a parlare con voi. Oggi vi voglio parlare dei terribili due… ovvero Teo & Tabù gli “ultimi” arrivata in casa.

Stanno per compiere un anno. Sabato 19 Giugno per la precisione e, sorrido da gatta, adoro vedere come riescono a mandare fuori dai gangheri Leila. Adesso ve li presento bene.

vita da gatti

Questo è TEO

Lui è il primo nato della cucciolata tutto tigrato rosso. A lui piace ruffianarsi su tutti e se non ottiene quello che vuole miagole e frignotta finchè non ottiene quello che vuole.
Una delle sue caratteristiche è la cusiosità. Tutto quello che consente di entrare, guardare, curiosare è suo per non parlarte del rubare, specialamente il cibo.

vita da gatti

Questo è TABÚ

Lui invece è l’ultimo nato. Dopo 3 gatti rossi Leila ha detto alla mamma me ne fai uno diverso? Et voilà… Eccolo qui! Un micione bianco e nero con la faccia da teppista come sento dire dagli umani. A lui piace giocare, e distruggere le scatole. Da quando è arrivato nessuna scatole è al sicuro. Le mangia, rosicchia e ci fa il buco per poi introdurvi la zampetta e cercare di tirare fuori il contenuto… Un mattacchione

GIOCO DI SQUADRA

La cosa che mi piace di più e stare in un angolo a guardare cosa combinano e, devo dire che ne hanno di fantasia.

Questa mattina me la sono proprio goduta. Hanno cominciato alle 4:00 rovesciando il bidone delle immondizie per poi passare e sparpagliare la carta e cartoni che dovevano essere portati via. Io guardavo e ridevo.

Quando si è liberata la cucina c’è stata la seconda ondata.
La cucina non aveva inserito l’antifuro sulle antine (l’antifurto è un mestolo che Leila mette a bloccaggio delle ante del mobile per impedire a Teo di aprirle) quindi con calma Teo ha aperto il tutto, inserito la zampetta e … TADAN… miaoooooo… farina, caffe, zucchero e pane vecchio sul pavimento… Un disastro… Poi si è alzato su due zampe ed è entrato con mezzo corpo e ha trovato la confezione di pan carrè…. Scratch Scratch la ha aperta in vari punti e rosicchiato tutte le fette. Praticamente da buttare.

Sull’altro fronte c’era Tabù e la scatola della sabbia. Dopo vari tentativi è riuscito a fare un buco nell’angolo abbastanza grande da poterci infilare la zampa e tirarne fuori il contenuto. Li vicino c’è anche un sacchetto di sabbia che Leila ha comperato di prova e io penso a che Tabù sembrava brutto non prestarci attenzione sicchè eccolo all’opera.
Un altro buco e anche qui spargliato bene tutto attorno al tavolo della cucina, sotto i mobili.

Non vi dico la faccia di Leila quando si è alzata ed è arrivata in cucina… io credo che abbia pensato all’omicidio per un istante ma si è armata di scopa e paletta e ha cominciato a pulire…lei scopava e tabù metteva la zampa nella scatola e tirava fuori. Uno spasso!!!

Vi è piaciuta la mia storia del giorno?
Adesso vi saluto Le principesse devono riposare sapete. Ci vediamo presto con un’altra avventura felina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.