I Gatti e il Gioco

Cari lettori,

ecco qui un nuovo post dalla vostra gatta pigra e un po’ principessa.

A me piace dormire, molto, ma ci sono i miei fratelli che ogni scusa è buona per fare confusione. In pratica tutto e buono per giocare.

La pasta

Quando Leila fa da mangiare e prende in mano un vaso che contiene la pasta ecco i due combinaguai corrono in pole position, con quello sguardo da “ti prego, ti prego, ti prego”.
E lei non sa resistere. Gli da un pezzo et voilà (si si sono una gatta che sa 3 parole di francese) parte la confusione. No perchè non è che guardano dove vanno o cosa. Sbattono a destra e sinistra. Potrei cantare: “Che confusione…. sarà perchè ti amo”.
Bando alle ciance e proseguiamo.

I Giochi non ci mancano

All' opera

Leila, ci compera sempre qualcosa.
Possono essere le “nostre caramelle” o qualcosa per giocare.
Ultimamente ha scoperto che ai due giannizzeri, se così si possono chiamare, piaccioni i pennacchi.

Ed eccoli qui all’opera come potete vedere nelle foto a fianco. Come potete immaginare questi giochi non hanno vita lunga, per fortuna, per sentito dire costano poco.

Ma la differenza sta nel fatto che a Tabù piace giocare. quindi è pressochè delicato e rilascia subito la presa perchè vuole ricominciare.

Teo invece è più selvaggio…. e come se lo è. Se agguanta il pennaccio “Apriti Cielo!!!”. Piume dappertutto e il gioco si ritrova con molti meno dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.